Energia nucleare

Articoli, News, PDF, Prodotti, Webinar su Energia nucleare.

Gli ultimi articoli e news su Energia nucleare

ENEA

Energia: da ENEA un 'salvavita' innovativo per reattori a fusione

ENEA ha progettato un dispositivo salvavita unico al mondo per la protezione dal surriscaldamento (quench) dei magneti superconduttori nei futuri reattori a fusione nucleare. L'innovazione tecnologica sarà testata per la prima volta sul tokamak DTT, l'infrastruttura per la ricerca sull'energia da fusione in costruzione presso il Centro Ricerche di Frascati (Roma).

Servitecno

Lo stato della sicurezza informatica ICS/OT nel 2022 e oltre

Man mano che le minacce informatiche continuano a evolversi, lo stesso deve valere per le contromisure che adottiamo per affrontarle. SANS, la più autorevole organizzazione internazionale per leadership, training e certificazione per la sicurezza informatica, ha recentemente condotto un sondaggio sulla security ICS/OT per un'ampia gamma di settori verticali industriali che vanno dall'energia, a chimica, produzione critica e nucleare, alla gestione dell'acqua e altro ancora per accertare dove queste industrie investono quando si tratta della loro copertura di sicurezza informatica ICS/OT.

Flavio Parozzi

Il sodio come termovettore nei reattori nucleari

- Nucleare di IV generazione - Raffreddamento con metalli liquidi - Le reazioni chimiche da evitare - Studi italiani recenti - L'impianto sperimentale LISOF - Le prove eseguite - Caratterizzazione sperimentale degli spray di sodio liquido - Prove di incendio del sodio - Prove con il simulacro di core catcher - Le indicazioni fornite dagli esperimenti con LISOF

Sirtel Srl

LAMPADA D'EMERGENZA ANTISISMICA - GAMMA PLN

LAMPADA D' EMERGENZA LED ANTISISMICA Le lampade d'emergenza della gamma PLN sono appositamente progettate per centrali nucleari e altre aree a rischio sismico. Sono qualificati in modo univoco secondo IEEE 344 e resistono a tre volte il livello richiesto.

Francesca Del Dottore

Scarichi controllati in strutture sanitarie: controllo e provvedimenti

Le unità di medicina nucleare. Indicazioni normative sullo smaltimento dei rifiuti

Mouser
Redazione

La Commissione ha assolto i propri obblighi sulla sicurezza nucleare sanciti dal trattato Euratom

Benché la sicurezza nucleare spetti in generale agli Stati membri dell'UE che si avvalgono dell'energia nucleare, anche la Commissione ha competenze specifiche in materia, specie in termini di normativa e vigilanza. Stando a una nuova relazione della Corte dei conti europea, la Commissione ha assolto tali obblighi, ma potrebbe aggiornare il quadro giuridico e i propri orientamenti interni. Nell'UE l'uso pacifico dell'energia nucleare è disciplinato dal trattato Euratom del 1957. La sicurezza degli impianti nucleari è in primo luogo responsabilità dei titolari di licenza (operatori), sotto la supervisione delle autorità di regolamentazione nazionali. L'Euratom ha stabilito, mediante direttive, le norme fondamentali per la protezione sanitaria dei lavoratori e della popolazione dai pericoli derivanti dalle radiazioni ionizzanti.

Ministero dell'Ambiente

Programma Nazionale per la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi

La Direttiva 2011/70/EURATOM del Consiglio del 19 luglio 2011, che istituisce un quadro comunitario per la gestione responsabile e sicura del combustibile nucleare esaurito e dei rifiuti radioattivi, obbliga gli Stati membri dell'Unione europea a predisporre un Programma nazionale per l'attuazione della politica di gestione del combustibile esaurito quando questo deriva da attività civili e dei rifiuti radioattivi, dalla generazione fino allo smaltimento, quando questi derivano da attività civili. Tale direttiva è stata recepita con il decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 45.

Prof. ing. Francesco Profumo

La transizione energetica verso una società post-carbon

La storia dell'umanità è sempre stata caratterizzata da periodi di grandi trasformazioni sociali, economiche e tecnologiche, spesso incentrate sul bisogno da parte dell'uomo di utilizzare nuove forme di energia per soddisfare i propri bisogni primari e per migliorare il proprio stile di vita. Si pensi ai profondi cambiamenti che il settore energetico ha subito nei secoli, dall'impegno della legna all'uso intensivo del petrolio fino all'introduzione del nucleare, per tornare nuovamente oggi ad una stagione in cui le fonti rinnovabili giocano un ruolo chiave, anche per limitare gli effetti del cambiamento climatico.

Magnetrol International

Trasmettitore di livello a dislocatore con misure più affidabili rispetto a quello a barra di torsione

Molti produttori di strumentazione hanno adottato la tecnologia a barra di torsione nelle applicazioni di misura di livello. Tuttavia, molti professionisti operanti in vari settori dell'industria di processo tra cui il settore chimico, petrolchimico, energetico, pulp and paper, energetico nucleare, raffinazione e gas naturale - sono giunti alla conclusione che la tecnologia a dislocatore rappresenta una soluzione più affidabile per il controllo e la misura di livello rispetto a quello a barra di torsione, data la stabilità del segnale in uscita, l'integrità strutturale e la semplicità d'uso intrinseche.

CENTRALI NEXT

Guadagna di più con il tuo impianto

Sei proprietario di un impianto termoelettrico (gas o bioenergie), magari cogenerativo? La flessibilità del tuo impianto, ossia la capacità di modulare la produzione di energia elettrica in maniera rapida e precisa, è una risorsa preziosa per il sistema elettrico e nei mercati dell’energia. È una caratteristica che lo differenzia dalle centrali a carbone e nucleari ma anche dagli impianti eolici e fotovoltaici. La capacità degli impianti flessibili di essere controllati modificando l’immissione in rete, può diventare anche un grande vantaggio economico.

Altri contenuti su Energia nucleare

Aldo Pizzuto

La fusione nucleare in Italia ed in Europa ? il ruolo di ENEA

I consumi elettrici costituiscono almeno il 50% della domanda di energia, le rinnovabili sono intrinsecamente limitate dalla possibilità di regolare la potenza a seconda del fabbisogno (storage), dalla prossimità dove l’energia è richiesta (trasporto) e dall'economicità legata a sovvenzioni. Focus sulla fusione.

Alessandro Clerici

Principali sviluppi del nucleare nel mondo

L’utilizzo pacifico dell’energia nucleare per produrre energia elettrica è nato in Russia nel 1954 e ha iniziato una sua penetrazione nel mercato a seguito dei forti investimenti in ricerca e sviluppo specie negli Stati Uniti con i reattori (a fissione e uranio arricchito) ad acqua bollente (BWR di GE) e ad acqua pressurizzata (PWR di Westinghouse) oltre a reattori in Inghilterra del tipo GR (Gas Cooled Graphite Moderated Reactors ) e poi AGR (Advanced Gas Cooled Grahite Reactors) e a reattori moderati ad acqua pesante (Heavy Water Reactor, HWR) che sono brevettati in Canada (CANadian Deuterium-Uranium, CANDU) e con uranio naturale come combustibile.

Alessandro Clerici

Il nucleare tre anni dopo Fukushima

Nei paesi con pareri ambivalenti o negativi sul nucleare, l’incidente di Fukushima è servito (vedi Italia) e servirà come ulteriore esempio per opporvisi. Vi è stato un aumento della mentalità del “non nel mio cortile” specie in zone vulnerabili a disastri naturali (terremoti, tsunami, alluvioni, frane ecc). Vi è stato anche un aumento del costo delle centrali nucleari per le maggiori richieste di sicurezza, tempi di permessi più lunghi, costi maggiori delle assicurazioni, che hanno reso economicamente svantaggiato il nucleare: in Europa prezzi della CO2 bassi (5 €/ton CO2 favoriscono l’uso del carbone anche rispetto al gas), o negli Stati Uniti dove con i 3,5$/MBTU dello shale gas si ha un costo di 35$/MWh prodotto, hanno espanso l’uso del gas per produrre elettricità.

AGB Biogas

AGB BIOGAS. I sistemi di alimentazione per impianti di biogas

Secondo le previsioni di IEA (International Energy Agency) nel 2016 la produzione di energia da fonti rinnovabili avrà superato quella da gas e quella da fonte nucleare. Le previsioni della ricerca (Medium Term Renewable Energy Market Report) si estendono fino al 2018 prevedendo, per la green energy, di raggiungere il tasso del 40%, a fronte di circa il 20% raggiunto nel 2011. La quota derivante da eolico, solare, biomasse, geotermico raddoppierà raggiungendo l’8% nel 2018.

Giampaolo Venditti

Applicazioni innovative della risonanza magnetica nucleare alle matrici alimentari. Uno studio sul caffè verde.

La qualità del caffè verde rappresenta il principale requisito per la realizzazione di una bevanda apprezzata a livello commerciale. Attualmente tra i vari campi interessati dalla produzione scientifica sulla qualità del caffè verde vi sono lo sviluppo di metodologie per garantire l’autenticità e lo studio delle metodiche più appropriate per la quantificazione dell’acqua.Nel primo caso la necessità di metodi rapidi per l’autenticazione del caffè è divenuta in tempi recenti un’esigenza sempre più pressante a causa della crescente diffusione di pratiche di adulterazione nella filiera commerciale di questo prodotto. Tuttavia sono ancora limitati i metodi formulati per la determinazione dell’origine geografica; inoltre, la bassa numerosità di campioni analizzati nei lavori compiuti in tale ambito rende i risultati trovati non sufficientemente significativi.

Gianluca De Masi

Edge plasma characterization on the RFX-mod device.

La fusione termonucleare controllata rappresenta una delle più promettenti future fonti di energia grazie alla sua caratteristica di risorsa pulita, rinnovabile e dunque potenzialmente inesauribile. Il tentativo di riprodurre sulla Terra il processo che da miliardi di anni alimenta tutte le stelle attive dell'universo, è reso, però, difficoltoso dall'incapacità attuale di realizzare in laboratorio un confinamento ottimale del plasma in condizioni di alta temperatura e densità. Queste condizioni sono necessarie per vincere la repulsione Coulombiana e portare i nuclei reagenti al range di distanza della loro interazione forte. Uno dei campi di ricerca più attivi nell'ambito della fusione nucleare è quello che studia l'ottimizzazione del confinamento del plasma sfruttando l'effetto dell'applicazione di campi magnetici. In lingua inglese

Fabio Disconzi

Scenari energetici di lungo periodo, vincoli tecnici ed ambientali

Il ricorso alle fonti fossili per la soddisfazione della domanda energetica mondiale rilascia in atmosfera quantità di gas ad effetto serra tali da comportare modifiche al clima terrestre. Per limitare il surriscaldamento terrestre è necessario accelerare, rispetto i ritmi attuali, gli investimenti nelle fonti rinnovabili e nelle tecnologie a basso impatto ambientale. Con lo sviluppo di un modello energetico su scala mondiale sono stati valutati gli investimenti necessari per invertire la crescita delle emissioni entro l’anno 2020 e mantenere l’incremento globale di temperatura rispetto ai livelli pre - era industriale sotto i 2.8°C. La trasformazione dell’attuale sistema energetico incontra degli ostacoli di carattere sociale. Dai risultati emerge che ci sono delle consistenti differenze tra la tecnologia nucleare e le altre tecnologie.

S. Besseghini

La flessibilità dei cicli combinati

La prima parte del documento è dedicata alla parte storica. Storicamente (anni '70) si è puntato sull'olio combustibile a causa della scarsa presenza del carbone e dalle limitazioni locali. Nel 1987 l'Italia rinuncia al nucleare e parte la costruzione di cicli combinati a gas naturale. Nell’epoca della liberalizzazione, si punta tutto su CCGT (semplicità autorizzativa, costruzione abbastanza rapida, bassi costi di investimento). Dal 2005 in poi, anche in relazione al «20-20-20», incentivazione rinnovabili elettriche, rapida crescita di Eolico e Fotovoltaico. Oggi circa il 50% della potenza termoelettrica installata è CCGT e circa il 50% della produzione totale è da GN. In seguito si parlerà dei cicli combinati e dell'esercizio flessibile. Il ciclo combinato è l’integrazione di due cicli assai diversi, anche dinamicamente: ciclo a gas (Joule-Brayton) e ciclo a vapore (Rankine)

Federica Porcellana

I rifiuti radioattivi ed il principio di autosufficienza: la tutela transnazionale dell’ambiente

Analisi della politica energetica e la sua correlazione con quella ambientale, la problematica gestione dei rifiuti radioattivi ed il conseguente movimento transfrontaliero. La legislazione internazionale e nazionale sui rifiuti radioattivi ed i principi di diritto internazionale dell'ambiente applicabili, nonchè la posizione della Corte Costituzionale e della Corte di Giustizia. La responsabilità da danno nucleare.

Stefano Consonni

Le attività di ricerca Leap nel settore biomasse

Panoramica sulle attività di ricerca di Leap, che vanno dalla generazione di energia termica ad alta efficienza alla termoidraulica per impianti nucleari innovativi, fino alle tecnologie per lo sfruttamento dei combustibili fossili e cattura della CO2.

 
 

Circuito Eiom